Partenze intelligenti

Chilometri e chilometri ci separano dalla nostra meta. Una lunga lingua infuocata di asfalto che chilometro dopo chilometro ci porterà a destinazione: Krk.
Le preoccupazioni sono diverse, dal traffico ai gatti, ed i pensieri pre-partenza affollano la nostra mente.

Quando però, dopo poco più di 3 ore e mezzo ci ritroviamo a Trieste, i cuori sono leggeri, certi di aver lasciato alle spalle il peggio. Ci inoltriamo in territorio sloveno, le gatte dormono beatamente ognuna nel suo trasportino, il soffio del condizionatore ci accompagna in queste ore calde della giornata.

Ma i nostri sogni sono di breve durata e la gioia che fino a pochi minuti fa inebriava i nostri cuori, viene sostituita dalla disperazione dei quasi 15 km di coda che precedono il confine croato.

Gli spettri di viaggi passati vengono ad uno ad uno a farci visita, ma noi armati di santa pazienza, sfoderiamo tutto il nostro aplomb nell’affrontare questa prova.

Dopo un numero imprecisato di ore, entriamo finalmente in Croazia, ma i nostri mali sono appena iniziati. Infatti appena imbocchiamo l’autostrada in direzione Fiume, veniamo accolti da una coda chilometrica per il pedaggio di ingresso. Aggiungiamo un +1 alla pazienza e a forza di prima e seconda marcia, ci lasciamo la coda alle spalle.

Dai ci siamo! Sti cazzi! Appena entriamo nell’abitato di Fiume, veniamo accolti da un serpentone infinito di auto in coda, un lungo rettile dalle spirali micidiali che non lascia scampo agli automobilisti. Manca veramente poco all’isola di Krk, ma è quasi come se la terra ferma, il continente stesso, non volesse lasciarci andare. Non sappiamo quante ore siamo rimasti in fila, 2 o 3 o 4 ormai abbiamo perso il conto. Finalmente alle 19,30, dopo aver lasciato casa alle 8,45 del mattina, giungiamo nella cittadina d Krk. Stremati, sfiniti, prosciugati.

Giusto le forze per portare i bagagli in casa, fare una doccia e mangiare qualcosa che la notte richiama il suo tributo.

Buona notte Krk e sogni d’oro.

P.S.: non fidatevi mai di chi vi parla di partenze intelligenti, non esistono!