30 ore per la vita

Non e’ il titolo della trasmissione televisiva ma semplicemente le ore che abbiamo impiegato per arrivare a Bucarest.
Dopo una fantastica partenza in orario svizzero, ci siamo trovati ovviamente imbottigliati sul passante di Mestre, per poi scoprire in vista di Trieste una coda da paura, praticamente abbiamo impiegato 3 ore per passare in Slovenia.
Poi in sequenza 2 ore e mezza per entrare in Croazia, 2 ore per entrare in Serbia fino a quando ormai sfiniti dopo un’estenunate gimcana di buche tra le montagne della Serbia siamo giunti in vista della Romania, Portile de Fier, alle 8 di sera ci siamo sparati una bella ora di fila, con solo 4 macchine davanti, prima di poter finalmente toccare il suolo rumeno.
Pensavamo “ormai e’ fatta!” ed invece col cazzo, ci siamo imbarcati in un’avventura allucinante nella notte, il tragitto da Drobetta a Craiova rimarra’ scolpito nella nostra vita.
Buche invisibili, pioggia, strade che scomparivano sotto le ruote, nessuna riga bianca per segnalare la carreggiata, buio pesto.
AHHHHHHHHHHHHHHH.
Abbiamo salutato con un grande sollievo l’arrivo a Craiova alle 2 di notte.
Dopo una brevissima riunione a due abbiamo deciso di fermarci e quale meglio sistemazione di un benzinaio 🙂
Ma sorpresa delle sorprese la guardia che stava tutta la notte li’ ha vissuto a Bologna 2 anni, roba da non crederci.
Gran bella dormita e colazione doc con patatine e coca cola, finalmente alle 8 siamo sotto casa, comlpetamente distrutti!!!!
Di una cosa siamo certi: mai piu’, per lo meno mai piu’ questa strada.

Un saluto a tutti ciauz.