Mare, sole, caldo…

Calano le luci della sera su Bayahibe, il sole tramonta all’orizzonte e non brucia più la pelle. In veranda sorseggiamo una bibita dopo una doccia ristoratrice in attesa della cena.

Gli uccelli cantano la loro gioia tra una palma e l’altra. Un geco a caccia di cibo si arrampica su una pianta. Il prato verde davanti alla nostra veranda da un senso di ordine in questo caos benefico.

Questo posto alla fine ha un unico grande difetto: è pieno di italiani. Ma in fondo non si può avere tutto dalla vita, almeno non ci sono i cinesi.