La lista della spesa

In verità non ci serve tanta roba perchè per forza di cose si dovrà viaggiare leggeri.

Al momento le cose di cui sicuramente facciamo difetto sono:

  • pantaloncini da ciclista
  • borse varie ed assortite
  • kit riparazione pneumatici
  • pompa
  • borracce
  • involucri idrorepellenti per il vestiario
  • guanti da ciclista
  • cartine
  • calzature?
  • Cosa abbiamo già:
  • biciclette (2)
  • 2 borse porta oggetti (da capire se sono sufficienti)
  • giacca antipioggia (2)
  • occhiali (2)
  • t-shirts varie ed assortite
  • cartine
  • calzature?

Sicuramente dimentico qualcosa in una o nell’altra lista, però è interessante affrontare le problematiche poste non tanto dal peso quanto dal volume.

Qualcosa si muove

Anche se non siamo ancora a metà gennaio è necessario cominciare ad organizzare il viaggio della prossima estate.

La destinazione definitiva è l’Olanda e giusto questa mattina abbiamo acquistato, complice l’offerta della Lonely Planet, la guida relativa Olanda (Guide EDT/Lonely Planet). Quest’anno faremo per la prima volta l’esperienza di effettuare un viaggio completamente senza automobile dato che l’idea è quella di recarci in Olanda in treno con al seguito le nostre ormai fidate biciclette.

Biciclette che saranno il nostro mezzo di locomozione che ci permetteranno di scorrazzare in terra olandese per 7/10 giorni, molto dipenderà dalla “gamba“.

Nonostante siamo già stati in Olanda un paio di volte, ignoriamo quasi completamente come sia organizzato il trasporto su 2 ruote.

Il primo obiettivo sarà quello di definire una tracciato di massima considerando che non vogliamo fare più di 40 km al giorno. Fatto questo passeremo ad individuare le strade migliori e/o interessanti per raggiungere di volta in volta le località selezionate.

Da un punto di vista editoriale, nonostante l’Olanda sia ritenuta la patria delle biciclette, l’offerta è quasi nulla, per lo meno per le zone che interessano a noi. Fortunatamente la rete ci viene in aiuto e stiamo selezionando una raccolta di link a siti veramente interessanti.

L’altra questione cruciale è ovviamente ricoperta dagli aspetti logistici del viaggio. Nonostante ogni volta eliminiamo qualcosa, siamo comunque sempre dotati di trolley e zaino, cosa che in questo caso proprio non ci è permessa. Sarà una bella sfida quella di farci bastare le sacche sul portapacchi della bicicletta considerando che alcune cose proprio non possiamo lasciarle a casa vedi macchina fotografica e portatile. Un po’ mi viene da sorridere, ma questa sfida mi piace.

Nella prossime settimane pianificheremo l’itinerario poi si passerà alla logistica.

Stay tuned.

I buoni propositi? Un’altra volta

Questo sarà probabilmente un anno nel quale tireremo i remi in barca. Ormai il disco che suona è sempre quello, ogni giorno con un volume più alto, crisi di qua, crisi di la. Ed anche a casa nostra pare che sia arrivata a bussare alla porta.

Il primo effetto è stato quello di rivedere in modo importante le scelte di viaggio per questo 2012, quindi il progetto estivo a lungo corteggiato, è stato diligentemente riposto nel cassetto per tempi migliori e sostituito da una soluzione low-cost europea in via di studio che preveda solo l’uso di treno e bicicletta (Olanda in pole position).

Detto questo gli altri, e forse unici, momenti di svago che avremo sono rappresentati dai 2 ponti nei primi mesi dell’anno. Quello di San Geminiano e quello del 1 maggio. L’intermezzo pasquale è ancora tutto da sdoganare anche se l’idea è quella di far visita ai parenti in Romania.

Per il resto staremo un po’ alla finestra a vedere cosa succede nella speranza che l’autobus dei viaggi non tardi troppo a tornare.