Mai vista una cosa del genere

Questa settimana abbiamo confermato la nostra prenotazione per il ponte dell’8 dicembre e dopo un breve scambio di email ci viene chiesto di fornire il nostro indirizzo di casa per l’invio della conferma della prenotazione. Non basta la mail?

Evidentemente no, perchè quando un paio di giorni fa arriva la busta, scopriamo con nostra sorpresa come mai i tedeschi sono più avanti degli altri.

Si può dire tutto di loro, ma che siano disorganizzati questo NO!

Ed infatti aprendo la busta nell’ordine abbiamo:

conferma della prenotazione con indicati i prezzi;
depliant turistico della zona;
flyer dei mercatini di Natale;
cartina della città e della regione.
Ammetto di essermi meravigliato e non poco.
Non rimane che aspettare un paio di settimane…

Il Natale alle porte

C’è poco da fare, a noi macinare chilometri in macchina piace!

Dato che le feste quest’anno le passeremo rigorosamente a casa, ci siamo ritagliati il weekend lungo dell’Immacolata per un tour in Germania ed Austria. I giorni non sono tanti quindi le cose da fare/vedere devono essere ben chiare.

L’idea è quella di soggiornare nella ridente cittadina bavarese di Prien am Chiemsee e da lì spostarsi con il treno per una giornata a Monaco ed una a Salisburgo.

Due città queste che ho già avuto modo di visitare molti anni fa. A dire il vero sono proprio tanti perchè era il lontano 1993 anno del diploma, quindi sono già passati quasi ventanni.

Di Monaco ricordo sopratutto il freddo e l’umido, in campeggio con una settimana continua di pioggia non era proprio il massimo, mentre di Salisburgo, ultima tappa allora prima del rientro, ho un bellissimo ricordo delle miniere di sale di Hallein, un’esperienza decisamente suggestiva.

Per il resto sono due città tutte da riscoprire a partire dal loro cuore: le piazze. Vista la stagione è inutile organizzare gite bucoliche, è invece l’ideale per aggirarsi con curiosità tra le piazze, i vicoli, le birrerie alla ricerca di una vita non turistica per cercare di conoscere un po’ di più queste due realtà della cultura europea.